Skip to content Skip to footer

Sito di nuovo on-line

Sito di nuovo on-line!

30 aprile 2011

 

Incendio Aruba

Finalmente il sito è di nuovo on-line! Per quasi tutto venerdì 29 aprile infatti, anche il nostro sito, come altre migliaia di siti internet hostati da Aruba, non è stato accessibile, a causa di un incendio che ha colpito i locali della server farm di Aruba nei pressi di Arezzo.

Ecco come spiega l’accaduto il sito cronacalive.it:

AREZZO / Aruba ha diffuso nel tardo pomeriggio un comunicato dettagliato che spiega quanto accaduto in questo 29 aprile che passerà alla storia come una delle giornate più difficili per internet in Italia, con innumerevoli siti offline. Un incidente che comunque è stato prontamente affrontato, tanto che già alle 10 del mattino parte dei servizi era di nuovo operativa, ma che ha evidenziato una serie di carenze.
Stamane alle h. 04:30, un corto circuito avvenuto all’interno degli armadi batterie a servizio dei sistemi UPS della Server Farm aretina di Aruba ha causato un principio di incendio: è immediatamente entrato in funzione il sistema di rilevamento incendi che in sequenza spegne il condizionamento e attiva il sistema di estinzione.
Poiché il fumo sprigionato dalla combustione della plastica delle batterie ha invaso completamente i locali della struttura, il sistema ha interpretato la persistenza di fumo come una prosecuzione dell’incendio e ha tolto automaticamente l’energia elettrica.
Confermiamo che nessun danno è stato arrecato ai server e agli storage che ospitano i contenuti dei nostri clienti e alle persone presenti in azienda. Non si è verificata alcuna perdita di dati.

Aruba ha spiegato che oltre 100 persone hanno lavorato al massimo per contenere il più possibile i disservizi. Ora sarà necessario sostituire tutte le batterie. Da adesso, il gruppo ha annunciato che le batterie verranno concentrate in altri locali, esterni e separati dalla struttura principale.
Su internet dopo le prime lamentele molto dure, il tenore dei commenti è cambiato. Il web non sembra condividere il pugno duro di Codacons che ha annunciato una class action. Aruba alla fine del comunicato ha ringraziato “i clienti per la comprensione dimostrata e le numerose testimonianze di fiducia e supporto ricevute.”

(http://www.cronacalive.it/incendio-aruba-il-comunicato-ufficiale-cortocircuito-per-batterie-armadi.html

Ora la situazione dovrebbe essere tornata alla normalità. Il nostro sito è stato irraggiungibile per un giorno, ma per la tipologia di sito che è non ci sono state conseguenze, se non magari il disappunto di qualche Alpino novarese che non ha potuto accedervi. Ma ci sono state aziende che basano il loro business su Internet che da questo episodio hanno avuto ripercussioni economiche.

Questo ci dovrebbe far pensare su quanto sia bella la tecnologia, ma anche quanto ad essa ormai noi siamo legati, anzi, dipendenti, e di come un incidentello banale possa avere conseguenze ben più gravi.

Fortunatamente l’incendio non ha intaccato i server con i dati, altrimenti le conseguenze sarebbero state molto ma molto più gravi. E nel caso del nostro sito voleva dire tante ore di lavoro del sottoscritto buttate al vento, e tutte le testimonianze ed eventi qui raccolti – che in 6 mesi di vita del sito contano già oltre 150 articoli inseriti – perduti e da ricostruire.

Il Webmaster
Mauro Boles

Via Andrea Falcone, 9 – 28100 Novara (NO)   – Telefono: 371-3435367   – Email: novara@ana.it

Copyright ©️ 2021 — Associazione Nazionale Alpini – Sezione di Novara. Codice Fiscale e Partita IVA: 01624100036.

È vietato l’uso non autorizzato dei contenuti di questo sito. L’utilizzo della posta elettronica in questo sito è consentito solo per scopi associativi.

cst2

 Sito realizzato grazie al contributo del CST Novara VCO.