Skip to content Skip to footer

S. Messa in Duomo a Milano 2013

S. Messa in Duomo a Milano 2013

15 dicembre 2013

Il lungo corteo di gagliardetti sfila in Piazza Duomo a Milano

Nei giorni scorsi ripensavo alle volte che mi sono recato a Milano per la Messa di Natale, un appuntamento unico nel suo genere nel panorama delle manifestazioni alpine che riempiono il calendario di un anno intero. Un’occasione, questa, per ricordare chi è andato avanti, nata e voluta da Peppino Prisco e dal Beato Don Carlo Gnocchi per non dimenticare, soprattutto chi è rimasto in Russia durante la tragica ritirata che ha decimato l’Armir ma che ha visto gli Alpini lottare con immane coraggio per tornare a baita.

Ripensando a questo appuntamento e vedendo le condizioni climatiche con freddo e nebbia mi dicevo: “Chissà che domenica sarà?” E poi mi dicevo anche: “Cosa vuoi che sia passare qualche ora al freddo, rispetto a quanto hanno dovuto subire gli alpini in Russia?” E lì i miei pensieri scorrevano veloci ai racconti di Bedeschi in “Centomila gavette di ghiaccio” e di Rigoni Stern nel “Sergente della neve”, ed allora ho realizzato quale e quanta fortuna hanno avuto le nostre generazioni che non hanno conosciuto gli orrori della guerra…

E, infine, la fatidica domenica è arrivata, e non faceva così freddo, anzi, rispetto ad altri anni la temperatura è stata decisamente più gradevole.
Qualche minuto prima delle 8 eravamo già pronti per l’ammassamento ed il piccolo corteo che quest’anno è partito da Piazza della Scala per consentire lo schieramento di vessilli, gagliardetti, alpini in armi e non, e associazioni d’arma e associazioni civili nell’imponente piazza Duomo.

Il sole che si elevava sopra i tetti di Palazzo Reale illuminava la piazza piena di Alpini pronti a rendere gli onori al Labaro Nazionale e a cantare, con convinzione, l’Inno Nazionale durante la cerimonia dell’Alzabandiera che ha preceduto la S. Messa celebrata in un Duomo gremito all’inverosimile.

E davvero i numeri sono da “brividi”: 57 Vessilli Sezionali, quasi 300 Gagliardetti, una quarantina di Gonfaloni dei Comuni del milanese senza contare tutte le altre rappresentanze presenti, questo a testimoniare l’importanza di questo appuntamento molto amato e sentito dagli alpini.

Poi la sfilata fino a S. Ambrogio dove è situato il Monumento ai Caduti della città di Milano e dove sono stati resi gli Onori a tutti i Caduti per terminare degnamente questa mattinata densa di significati.

E, tornando ai ricordi, c’è stato il tempo anche di ripensare a chi c’era un anno fa e oggi non c’è più, ed anche a chi ha sempre svolto le funzioni di Alfiere, l’amico Luciano, che oggi era assente per motivi di salute, a cui vanno gli Auguri più sinceri in attesa di rivederlo in prima fila l’anno prossimo.

Il Vessillo di Novara è stato presente scortato dal Presidente Antonio Palombo con Marco Caviggioli come alfiere; presenti anche rappresentanze dei Gruppi di Bellinzago e Romentino con i relativi gagliardetti.

Ecco, scrivendo queste righe credevo di aver terminato con i miei pensieri ed invece, leggendo le notizie in Internet, mi sono venute in mente le parole del Presidente della Sezione di Milano che ha ribadito, se ancora ce ne fosse bisogno, i princìpi della nostra Associazione ed ha sottolineato quanto questi siano distanti da una politica becera e ottusa che sta distruggendo la nostra amata Italia. Vedere un video, censurato dalle TV, dove durante un congresso di un partito politico, che non cito per ovvie ragioni, la nostra Italia è stata insultata con i peggiori cori da stadio mi ha fatto sentire orgoglioso di essere Alpino e di essere stato presente a Milano per pregare e ricordare chi ha dato la vita per la nostra Patria.

Buon Natale a tutti!!!

Marco Caviggioli

Video della giornata

{flv}Messa_Duomo_Milano_2013{/flv}

Galleria Fotografica

{igallery id=”4459″ cid=”216″ pid=”1″ type=”classic” children=”1″ showmenu=”1″ tags=”” limit=”30″}

Via Andrea Falcone, 9 – 28100 Novara (NO)   – Telefono: 371-3435367   – Email: novara@ana.it

Copyright ©️ 2021 — Associazione Nazionale Alpini – Sezione di Novara. Codice Fiscale e Partita IVA: 01624100036.

È vietato l’uso non autorizzato dei contenuti di questo sito. L’utilizzo della posta elettronica in questo sito è consentito solo per scopi associativi.

cst2

 Sito realizzato grazie al contributo del CST Novara VCO.